Via Ponte Nuovo, 8 20128 Milano
+39 02 36597461 info@fattiamano.org
Untitled 2
Untitled 2

BURRO DI KARITE’
INTEGRALE
BRUT MALI

€15.00€42.00

Burro di karitè puro e integrale, non raffinato né sbiancato. Applicato sulla pelle è un vero toccasana, aiuta a ridurre le infiammazioni, le smagliature, le cicatrici e la cellulite, è un ottimo cicatrizzante, promuove la crescita di nuovo collagene, idrata e nutre la pelle, aiuta a ridurre le eruzioni cutanee. Prodotto artigianalmente da più di 1200 donne associate ad 8 cooperative nel sud del Mali.
 

schedadescrizioneproprietàutilizzo

Nome INCI: Butyrospermum parkii Butter
Nome botanico: Butyrospermum parkii
Paese d'origine: Mali
Zona di produzione: Diallo, Ségou, Sikasso, Bancoumana, Kita e San
Estrazione: a freddo senza l'uso di prodotti chimici
Punto di fusione: 35°C
Parti utilizzate: noci
Status: biologico, del commercio equo e solidale, di origine vegetale
Qualità: cosmetica e alimentare
Aspetto: burro solido di consistenza cerosa a temperatura ambiente
Colore: da panna a giallo chiaro
Odore: intenso, caratteristico, con sentori di semi di mandorla
Densità: 0.900
Numero di saponificazione: 160-200
 
Certificazione biologica: non disponibile per l'anno corrente
Data di debutto del programma Bio equitable: 2011
Imprese beneficiarie: 1200 produttrici affiliate a otto cooperative nel sud del Mali

Il nostro burro di karité proviene dal sud del Mali, è 100% naturale, non raffinato, integrale e di altissima qualità. Le noci, dopo essere state raccolte dai grandi alberi, vengono fatte seccare al sole, macinate in mulini a pietra e lavorate a mano dalle 1200 donne che vivono nei villaggi di Diallo, Ségou, Sikasso, Bancoumana, Kita e San.
 
La lavorazione e la commercializzazione del burro di karité è un ruolo coperto dalle donne e assume grande importanza a livello socio economico del paese. Le cooperative organizzano durante l'anno corsi di formazione, per migliorare le tecniche di trasformazione e conservazione del prezioso burro.
 
In Mali esiste una lunga ed antica tradizione nella produzione del burro di karité; qui è ancora possibile trovare suoli incontaminati e privi di agenti chimici dove crescono maestosi gli alberi di karitè.
 
Il burro di karitè (Butyrospermum parkii) è un dono della natura. Ci vogliono dai 15 ai 20 anni perché un albero di karitè dia i suoi primi frutti. Il burro si ottiene dalla lavorazione della mandorla contenuta nei frutti (la noce dell'albero di karité). Ogni albero produce dai 2 ai 4 kg di burro per circa 300 anni.
 
Quello prodotto dalle donne in Mali è puro, naturale, biologico e solidale. Non viene raffinato, sbiancato, o alterato. Lo si riconosce perchè non si presenta bianco, compatto e senza odore come spesso accade ma è morbido, burroso, di colore giallo chiaro e dall’odore caratteristico.
 
Solo utilizzando un burro di karitè non raffinato tutte le sue proprietà terapeutiche rimangono intatte e disponibili per la pelle.

Il burro di karitè applicato sulla pelle è un vero toccasana, possiede eccellenti proprietà nutrienti, antinfiammatorie e cicatrizzanti.
 
Lenisce e calma le irritazioni, previene le allergie solari, idrata e nutre in profondità. E' un rigenerante e rivitalizzante della pelle, gli conferisce morbidezza ed elasticità.
 
E' ideale nella cura della pelle dei bambini e della pelle più delicate, infiammate e soggette ad allergie. Assorbe alcuni raggi UV proteggendola dai danni del sole. Prolunga l'abbronzatura.
 
Nutre i capelli ridonando loro lucentezza e proteggendone il colore. Ideale per capelli secchi e stile “afro”.

Il burro di karitè si può usare puro o in associazione ad altri oli vegetali. Si può ammorbidire tra le mani, in una ciotolina posizionata sul calorifero acceso o a bagno maria.
 
Ottimo ingrediente in formule cosmetiche quali saponi, creme, balsami, unguenti e lozioni date le sue innumerevoli proprietà.
 
Dosaggio indicativo
fino al 100%

L’ALBERO DI KARITE’
L’albero del karitè è biologico per sua natura. Non può essere coltivato e cresce spontaneo senza bisogno di cure e di concimi.
Nella certificazione biologica del karitè in realtà è il suolo ad essere certificato e non l’albero.
Allora perchè certificarlo biologico se non ce n’è bisogno? serve principalmente per proteggere gli alberi e il territorio.

E’ vero che nei villaggi africani la maggior parte dei terreni sono vergini e privi di agenti chimici ma non certificarli BIO significherebbe lasciarli alla mercé di appaltatori incivili e colture intensive. Il buon karité diventerà presto una risorsa rara; è necessario fin da oggi preservare i terreni attraverso una politica di gestione equilibrata e durevole delle risorse.
Bisogna incentivare la produzione di noci di qualità che producono un burro ricco di agenti riparatori; oggi le noci di karitè sono acquistate in grosse quantità da intermediari che non guardano in faccia a nessuno. Le noci utilizzate sono di bassa qualità e la raffinazione è indispensabile per prolungare la durata del burro e dissimularne una buona qualità.
In commercio quasi ovunque si trova burro di karitè raffinato, duro, bianco e inodore.
Il burro di karité così raffinato ha ormai perso una buona parte dei suoi principi attivi riparatori, anti infiammatori e antiallergici che vengono degradati per sempre.

RICETTA crema nutriente
Quando parliamo di burro di karitè intendiamo sempre quello non raffinato, di colore avorio/giallo pallido, ricco, pastoso, dal profumo caratteristico e inconfondibile. La maggioir parte dei prodotti di bellezza vengono realizzati con burro di karitè raffinato, più stabile ed economico ma sicuramente meno ricco di principi attivi, perciò meno efficacie.

Ecco una ricetta facile e veloce per creare una crema nutriente fatta in casa, un regalo meraviglioso per la pelle di tutto il corpo.

Ingredienti
1 tazza di burro di karitè
1 cucchiaio di olio di mandorle dolci (si possono utilizzare anche altri oli come quello di vinaccioli, semi di prugna, sesamo, extra vergine di oliva, avocado, canapa)
1 cucchiaio di olio di cocco
1 cucchiaino di vitamina E (olio)
5 gocce di olio essenziale di lavanda (a noi piace l’olio essenziale di arancio dolce, di limone, mandarino, ylang ylang, vaniglia e vetiver)

Mettere a bagnomaria il burro di karitè in una piccola ciotola di pirex mescolando di tanto in tanto.
Quando il burro di karitè è sufficientemente morbido ma non completamente fuso aggiungere l’olio di mandorle dolci. Montare il composto con un frullino ad immersione, almeno per cinque minuti o finchè non diventa bello cremoso. Per ultimo aggiungere la vitamina E e l’olio essenziale. Continuare a miscelare fino a quando la crema, raffreddandosi, non diventi soffice e liscia. Tenuta in frigorifero dura fino a 6 mesi.

Formato

25ml, 100 ml, 500 ml, 1000 ml

Avvertenze

Tenere in luogo fresco e asciutto.

loading