RAVINTSARA OLIO ESSENZIALE BIOSOLIDALE MADAGASCAR

12,00 

L’olio essenziale di Ravinstara malgascia è rinfrescante, con un aroma simile all’eucalipto ma con note legnose e sottilmente pepate.

E’ apprezzato in tutto il mondo per le sue numerose applicazioni terapeutiche e aromatiche. E’ uno dei migliori antivirali, antibatterici e immunostimolanti naturali di cui possiamo disporre, adatto a combattere l’influenza, bronchiti e sinusiti.

Può offrire benefici alla pelle grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e cicatrizzanti. Usalo anche per trattare la pelle impura, grassa o acneica, per agevolare il drenaggio linfatico e la ritenzione idrica, per combattere insonnia, depressione, ansia.

INCI: Cinnamomum camphora leaf oil
Nome botanico: Cinnamomum camphora (L.) J.Presl
Paese d’origine: Madagascar
Certificazione biologica: Ecocert
Certificazione ESR: Equitable, Solidaire et Responsable
Estrazione: distillazione a vapore
Parti utilizzate: foglie
Aspetto: liquido
Colore: incolore
Odore: fresco, terroso
Costituenti principali: 1,8-cineolo, sabinene, a-terpineolo, a-Pinene, B-pinene
Densità: 0.86
Nota: di testa

Quick Info
SKU: WGORA Categories: , , , Tags: ,

Informazioni aggiuntive

Formato

10ml

Packaging

Bottiglia in vetro ambrato con tappo di sicurezza ctg

Raccolta differenziata

Bottiglia di vetro / tappo in plastica – verifica le disposizioni del tuo comune

Avvertenze

Uso esterno. Conservare in luogo fresco e ben ventilato, al riparo da calore, sole diretto, scintille o fiamme libere. Chiudere il contenitore dopo l'uso. Tenere lontano dalla portata dei bambini.

nota profumata

, ,

Cos'è

Il nome Ravintsara deriva dal malgascio (ravina “la foglia” e tsara, “buono”), che significa letteralmente “albero dalle foglie buone” o “foglia buona per tutto”, in Madagascar è uno dei principali rimedi tradizionali utilizzati dalla gente del posto.

 

L’ALBERO DI RAVINTSARA
Originaria del Madagascar, la Ravintsara appartiene alla famiglia della canfora, è un albero dalle medie dimensioni con corteccia rossastra e foglie ovali, alterne, coriacee, larghe, cerose, fiorisce da novembre a gennaio.

 

LA RAVINTSARA MALGASCIA
Nonostante la sua designazione latina, la Ravintsara malgascia contiene pochissima canfora ed è, in generale, un olio essenziale ben tollerato. Possiede attività molto diverse rispetto ai generi di Cinnamomum camphora coltivati in Cina, Giappone, Taiwan, Corea e Vietnam. Quella che cresce in Madagascar è particolarmente ricca di 1,8 cineolo ed è praticamente priva di canfora.

 

LA DISTILLAZIONE IN CORRENTE DI VAPORE
Le foglie e la corteccia sono le parti che vengono distillate per produrre l’olio essenziale.
Vengono raccolte dai contadini al momento giusto e distillate in corrente di vapore. Occorrono 90-100 Kg di foglie per produrre 1 litro di olio essenziale, che ha un profumo altamente aromatico, intenso e persistente.


I suoi componenti attivi
sono ossidi terpenici (1,8 cineolo), alcoli terpenici (terpineolo) e terpeni (pineni).

 

DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE
La nostra Ravintsara mnalgascia è biologica e solidale, oltre a essere buonissima aiuta a migliorare le condizioni di vita dei produttori locali, l’accesso alla formazione e all’istruzione nonché lo sviluppo sociale e ambientale. In concreto ha permesso di mettere in atto progetti molto diversificati come la ristrutturazione di una scuola e dei suoi servizi igienici, la costruzione di un ponte, una mensa per il personale, un pozzo per la fornitura di acqua potabile, lo sviluppo di una risaia. acquisto di una canoa, zebù o fornitura di appezzamenti di chiodi di garofano ai contadini.

Come si usa

L’olio essenziale di Ravintsara malgascia è molto più di un olio essenziale fresco ed elegante: è un dono della natura con le sue proprietà immunostimolanti, antivirali, antibatteriche e antinfiammatorie.

 

E’ un fantastico espettorante e decongestionante, aiuta a combattere faringite, rinite, rinofaringite, angina, bronchite, sinusite, herpes zoster, fuoco di Sant’Antonio ed è eccellente disperso nell’ambiente durante le epidemie di influenza.

 

Infezioni cutanee: Le proprietà antibatteriche e antivirali dell’olio essenziale di Ravintsara lo rendono utile nel trattamento delle infezioni cutanee come la dermatite da pannolino, le infezioni fungine e le verruche. Può essere applicato direttamente sulla zona interessata, diluito in un olio vettore.

Ripristino della pelle danneggiata: L’olio essenziale di Ravintsara può essere incluso in formulazioni per la cura della pelle per aiutare a riparare la pelle danneggiata, ad esempio causata da scottature solari o irritazioni da radiazioni.

Per combattere la cellulite: Aiuta a contrastare e prevenire la cellulite, aggiunto in un olio vettore e massaggiato sulle parti critiche stimola il drenaggio dei liquidi e l’eliminazione delle tossine.

Favorisce la respirazione: Il suo aroma rilassante viene utilizzato per favorire la respirazione aprendo le vie respiratorie. Ravintsara possiede proprietà espettoranti simili all’eucalipto, ma rispetto a questo la Ravintsara malgascia è unopzione più delicata.

Vaporizzatori: Nella terapia del vapore per contrastare l’asma, raffreddore, tosse, tosse dei fumatori, sonnolenza, mal di testa e sinusite.

Massaggi: Per un massaggio tonificante e drenante miscelare 10 gocce di olio essenziale in 50ml di olio di mandorle dolci.

Nella vasca da bagno: Aggiungilo all’acqua nella vasca da bagno per combattere la cellulite, tosse, raffreddori, bronchiti, mal di testa, infezioni e sinusite.

Nella sauna/bagno turco: Nella sauna o nel bagno turco aggiungere alcune gocce di olio essenziale di Ravintsara nel recipiente di acqua calda.

Neurotonico: Da notare le sue proprietà neurotoniche che aiutano a superare l’ansia, la depressione e l’insonnia. L’odore fresco dell’olio essenziale di Ravintsara malgascia aiuta a schiarire la mente e a rafforzare le motivazioni.

Per purificare l’aria: Una goccia per mq in una lampada aromatica per pulire e purificare l’aria della tua casa e per favorire la respirazione.

Per la casa: Per un effetto deodorizzante e battericida aggiungi due o tre gocce di olio essenziale di Ravintsara nell’acqua che userai per lavare i pavimenti, oppure qualche goccia nella lavastoviglie e nella lavatrice.


Dosaggio indicativo:

– dallo 0,5% al 3% nelle creme cosmetiche;
– fino al 3% per saponi (per kg di olio base);
– 2-3 gocce nei diffusori per ambiente.

Sinergie

L’olio essenziale di ravintsara ha un aroma fresco, erbaceo e leggermente fruttato che si presta bene a diverse combinazioni

E’ noto per le sue proprietà stimolanti, rinfrescanti e rinvigorenti e può essere combinato con altri oli essenziali per creare una vasta gamma di fragranze e benefici.


Si miscela particolarmente bene
con eucalipto, menta, lavanda, tea tree e limone.

Ti potrebbe interessare…